San Marcellino è mortA

San Marcellino è un chiostro appartenente alla mia ex università. Il luogo più importante per la socializzazione degli anni accademici.
Chiudo gli occhi ed in un istante rivedo il prato curato, gli alberi di mandarino, le palme,l’edera, le fontanine, le panchine, il monumento circolare, l’auletta studio ed il sole che irradiava tutto e tutti. Un luogo dal clima mite dove era un piacere pranzare insieme distesi sul manto verde; qualsiasi tempo ci fosse lì sembrava sempre migliore era piccola oasi di pace in mezzo al caos della città.  L’arrivo della primavera era scandito da chi cominciava placidamente a prendere il sole disteso e dalle ragazze che cominciavano ad indossare meno vestiti per la gioia di tutti…
Ormai quasi tutti ci siamo laureati, da almeno un anno quel giardino non è più curato, versa in uno stato di abbandono da scoraggiare chiunque a fermarsi all’interno. L’atmosfera ha qualcosa di arido e bruciato. Pian piano le erbe selvatiche hanno conquistato il prato, la statua è recintata perché pericolante. Tutto il via vai di persone è ormai scemato.
Facile intuire il motivo di tale scempio.
Professori arrivano alla pensione e non vengono sostituiti, i ricercatori in sciopero rifiutandosi di tenere corsi, Docente che hanno un esubero di corsi da sostenere, qualcuno è stanco e non vuole più continuare, un altro blaterava  dell’inutilità della laurea, Prof. che sono stati dei padri per te che ti consigliano di lasciare il paese, Nostradamus che prevedono la fine degli atenei pubblici.
San Marcellino boccheggia, a guardarlo ora è come guardare demolita la casa dell’infanzia.

   By Kirby

CIMG5043
 

Rumori  consigliati . Slipknot con la canzone circle
<!–

–>

Annunci

3 risposte a “

  1. E’ un po’ che San Marcellino non è più lo stesso, purtroppo quella felicità provata negli anni passati non tornerà, ormai fa parte dei ricordi, ed è meglio farsene una ragione. Quello che ci resta da fare è tenere la schiena dritta e guardare in faccia alla realtà…è necessario lottare e non perdere la speranza. Un’altra isola di pace magari ci attende in una nuova San Marcellino. Nando

  2. ..doveva essere davvero un bel posto..Purtroppo come in molti altri posti ci hanno lasciato ben poco oltre le incertezze,la desolazione e tanto..troppo caldo.Un saluto,Ramal:-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...