Poesie di Poesie

P come passato remoto

“Perché continui a guardarmi i piedi?

Non sono un feticista, almeno credo
È solo che i piedi sono la parte più nuda che riesco a vedere in una donna vestita.

Poesie di Poesie
Noi siamo perfezionisti,
Così preoccupati nel fare bene
 E poi non riusciamo mai a completare nulla.

Lei aspetta da sola,
Poggiata ad un muro.
Lui arriva e parla,

Lei ascolta e sorride senza parlare.
Lui potrebbe parlare del nulla per ore,
Ma lei interessa solo stringerlo.

Perché mi guardate come fossi un alieno,
Ho la testa bassa sul mio bicchiere,
Vi disturbo forse?

Quante volte ancora
Interrogherò una donna
Senza ricevere risposta?

Scorrono i fumi
Si rovesciano i bicchieri
E la musica sembra avvolgerci

Floriana sei stretta a te stessa e dondoli al vento,
Superbia che sei
cerchi qualcuno che ti riscaldi.

Tu folle menestrello che impugni le corde,
re o criminale che sia
Non potrà resistere alla tua musica.

Poi tutto cessa

Silenzio e brusio di fondo
Non resta che avvolgermi nel mantello
Di solitudine e malinconia

La sera è finita
C’è chi corre ad amarsi,
e chi non gli resta che scrivere:
L’importante non è essere liberi,
ma essere soddisfatti di noi stessi

<!–

–>

Annunci

2 risposte a “Poesie di Poesie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...