Ablo Pernuda: Mi piaci come sei

Un poesia di Ablo Pernuda. Uomo, poeta e scrittore  ruffiano, il cui unico scopo era il conquistare più donne è possibile con i suoi versi

 

MI PIACI COME SEI

Mi piaci quando taci perché sei come assente,
e la mia voce a risvegliarti non è atta.
Sembra che posso disegnare la tua mente,
proprio come il mar calmo, è piatta

Siccome la tua cosa è piena della mia mano,
Inturgidi il mio coso, pieno nella mano tua.
Il fringuello stanco, accogli nel tuo ano,
sprovvista di considerare la parola bua.

Mi piaci quando taci e sei come distante.
Senza lamentar del fringuello che becca.
All’apice, il noce, tosto è come diamante.
Lascia che io faccia, e poi dopo lecca.

Lascia che parli e copri il tuo silenzio
tonto come un sorriso, pigro come l’ignavo.
Sei un cerchio, perfetto per ogni mio vizio.
Il silenzio è assenso, ricomincio e chiavo.

Mi piaci quando taci perché sei come assente.
Inzuppo senza posa come se fossi morta
Poi arriva la gioia quando sei farneticante.
La necroflia non è ancora alla porta

By Kirby

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...