La chiave dei segreti

Questo racconto per bambini é nato dalla mia collaborazione con un illustratrice per un progetto su di un libro illustrato, poi abbandonato.

Qualche tempo fa  lei é venuta a mancare, lascio questa storia qui con alcune sue tavole per ricordarla.

 

LA CHIAVE DEI SEGRETI

Era il periodo della vendemmia e Safira si aggirava felice nella vigna del nonno. Camminando, le piaceva un sacco sentire il rumore delle foglie secche frantumarsi sotto i suoi piedi.Seguendo a testa bassa la scia di foglie, finì nella parte fitta del bosco dove i raggi solari non passano più.

Quando il buio la circondò, si destò dai suoi pensieri e si accorse del luogo in cui era finita. Alberi nodosi e cupi sovrastavano su di lei, spaventandola non poco. Rimase ferma a guardarsi intorno per orientarsi, quando un rumore secco e regolare attirò la sua attenzione.Seguendo il suono, trovò una chiave attaccata che sbatteva al tronco di un albero. Prese la chiave e scoprì un foglietto che diceva: “Passepartout di riserva per Madre Natura”.

Safira scoprì con meraviglia che afferrando la chiave in mano, il mondo intorno a lei si cospargeva di serrature. Aprì la porta di un albero e scoprì frenetici gnomi al lavoro tra ingranaggi di legno, nastri trasportatore, tubi e caldaie. Nessuno la notò, quindi per capire cosa producessero dovette seguire con lo sguardo l’intrigato labirinto di macchine, fino a che non completò il puzzle.

Nel capolavoro di artigianato e ingegneria, tra legno e chiodi, costruivano casette per uccelli. Chiuse la porta e si ricordò degli insegnamenti ricevuti in passato sugli gnomi amici della natura. A pochi passi dall’albero scorse una tartaruga , infilò la chiave e vide l’animale acconciare il letto per il letargo. Con calma si preparò la tisana di timo e camomilla, inforcò gli occhiali e si infilò nel letto leggendo “Cent’anni di solitudine”. Caricò la sveglia su PRIMAVERA e spense la luce. Safira lasciò il rettile in pace, aprì una porta nella terra e infilandoci la testa vide una famiglia di talpe era impegnata a giocare a carte. La partita fu interrotta da mamma talpa che entrò con un piatto prelibato di lombrichi al pomodoro.

A fine pasto si riunirono sonnecchiando intorno al camino e alla bambina non rimase che togliere il disturbo. Si avvicinò ad un gruppo di massi, nel primo trovò una forgia con uno gnomo che batteva all’incudine un pezzo di metallo per fare un amo. Nel secondo, un maestro insegnava agli altri gnomi a disinnescare con l’amo le trappole dei bracconieri. In un altro, invece, impartivano lezioni di pronto soccorso per gli animali feriti. La sorpresa di Safira fu enorme quando trovò una serratura anche nel fiume, riuscendo così a vedere girini che si trasformavano in rane.

Intanto alcuni salmoni con pinne ed occhiali, nuotavano a tutta forza verso il mare per occupare i migliori posti sulla spiaggia. A sbirciare tra i segreti della natura si fece sera; Safira esausta si distese ad osservare il cielo stellato. Nel guardare la luna le venne voglia di curiosare dentro, così prese un lunghissima scala per raggiungerla. Aperta la porta c’era una bambina bionda e luminosa seduta su un letto. Nel vederla, le fece cenno di entrare.

Safira meravigliata di essere vista, per poco non cadde dalla scala, ma la bambina l’afferrò per le mani appena in tempo e la portò dentro. Si chiamava Selena, riusciva a vederla perché era una delle figlie della natura ed il suo dovere era quello di illuminare la Terra quando non c’era il Sole. Rimasero a giocare fino all’alba, poi Selena le fece promettere di ritornare presto. E fu così che ogni notte di luna piena, Safira andò a trovare la bambina della Luna.

By Kirby

Dedicato a Ucciola

577152_463134253753366_1795691030_n

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...