La musica altrove

166970_2648180096820_152644035_nIl braccio muove sul giradischi e gli Smiths girano sul piatto. “Take me out tonight/ Where there’s music and there’s people…” Nove mesi, quanto il tempo necessario per un bambino. Nove mesi, il tempo di far scorrere tre stagioni. Nove mesi fa vidi il tuo sguardo e il tempo trasfuse via. Tu. Chi sei tu? Cosa nascondi dietro quel libro? Non ci sono parole su cui poggiarmi, perché parli attraverso le foto. Un mondo silenzioso fatto di concerti, di un viso che sfugge e di braccia in movimento. Riuscissi almeno a filtrare parte del tuo essere, avrei un inizio. “Because I want to see people/ And I want to see life” Cerco la nota da cui cominciare a ricomporre quel pentagramma. Ti sorprenderesti se fuoriuscisse un richiamo per unicorni? Una melodia per far ruotare le girandole, è facile.  Addirittura una sciocchezza, quella per l’esplosione di palloncini. Il discorso è diverso se parliamo di creature che vivono solo nella nostra testa.  “And if a double-decker bus/ Crashes into us/ To die by your side” T’immagino in un treno a guardare fuori mentre piove, disegni un fiore sul vetro appannato, e chissà quali pensieri ti attraversano mentre Morrissey canta nelle cuffie. Su e giù per la penisola a percorrere il destino sui binari. La tua valigia si fa e si disfa al ritmo di sogni e bisogni, mentre io inseguo la traccia nascosta di due sconosciuti.  “I thought, Oh, God, my chance has come at last/ But then a strange fear gripped me/ And I just couldn’t ask” Desideri e viscere Le tue gambe nude che affondano nella sabbia umida. Emozioni e illusioni. La canzone profetica che sembra scritta per te. Fantasia e vinile In questa ricerca dell’invisibile, la soluzione era vicina a me, nel testo di una canzone. La serratura è la cura che riponi nella gentilezza del prossimo. “Take me out tonight/ Oh, take me anywhere/ I don’t care, I don’t care, I don’t care” Ora potrei capire cosa dicono i tuoi occhi, ma non posso più continuare… “There is a light and it never goes out/ There is a light and it never goes out/ There is a light and it never goes out” …ho dimenticato il loro colore…la musica è finita. Il mio gioco era dedicarti canzoni, quel tempo non c’è più e questa la dedico a me.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...