Muli di giorno, razzisisti di notte

“Il più grande capolavoro della politica italiana attuale è stato far credere ai poveri che la colpa della povertà è dei più poveri, dei migranti e degli extracomunitari” Riassumo così il pensiero di Shooter Hates You, uno youtuber che seguo da anni.

L’ondata d’intollerenza che avverto dai social, dalle persone che mi circondano e dai titoli dei giornali, mi spinge a riflettere su quello che accade in Italia.
Per capire voglio indossare i vestiti del italiano medio, che lavora 8-9 ore al giorno, e quando torna a casa stanco deve pure pensare ai suoi figli. Immagino una persona che non legge i giornali, e le uniche informazioni sul mondo sono sui quelle della sua bacheca facebook o se va meglio guardando la sera il Tg1.
Un informazione costruita sulla propaganda politica e sulla fossilizzazione delle proprie convinzioni che conduce alla più gretta chiusura mentale.
In fondo capisco la frustrazione di una persona a cui non piace l’andazzo che vuole migliorare le proprie condizioni e si affida al primo che lancia degli slogan rivoluzionari. Si arriva a casa esausti, magari pieni di rancore e odio, senza voglia di pensare e la volontà che qualcuno faccia lo sporco lavoro e risolva tutti i tuoi problemi.
Se sei un leader che deve far proseliti, il miglior modo è cercare un colpevole, un capo espitario su cui focalizzare l’attenzione. La lega un tempo era Lega Nord fece breccia nell’elettoralo al suono di “Roma Ladrona”, “Prima il Nord”. I nemici erano Roma e il sud parassita. In questi ultimi anni, comquistato il Nord, il cerchio si è allargato ai nemici che vengono d fuori.
I maggiori movimenti della storia hanno avuto il loro nemico: il padrone, gli ebrei,i comunisti, i neri, lo Stato, gli immigrati…
ecco che i nemici della politica in questi anni sono diventati; Fornero, Monti e Boldrini; e poi i migranti.
A questo punto i proclami del Ministro Salvini spingono tutti quelli che covano pensieri razzisti, di uscire allo scoperto. L’Italia non si scopre razzista ma semplicemente rifiorisce il seme del razzismo fertilizzato in questi anni di campagna elettorale.
Io capisco che quello che accade in Italia è solo il tassello di un Unione Europea in sfilacciamento. Ma non capisco come si possa diventare ostinati come muli con queste politiche di chiusura economica e sociale.

L’Europa manca,
La fame è tanta,
Il razzismo scivola
Sull’Italia stanca

By Kirby

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...