Sex Dolls e Demagogia

Avevo letto dell’apertura di questa casa d’appuntamento a Torino, con real dolls (bambole gonbfiabili estremente realistiche e sofisticate, il cui prezzo dovrebbe essere intorno ai 1000 euro cadauna ). La notizia di per sè non mi era sembra nulla di eclatate, ma quello che mi ha sorpreso è stata invece la reazione di alcune persone. Ho trovato abbastanza inutile la risposta indignata di alcuni, fino a quando ho letto questo articolo http://marinaterragni.it/dee-puttane-bambole/ scritto da una giornalista, in cui credo si tocchi il punto più demagogico e demonizzante del discorso.
Partiamo dalla frase centrale del suo post “La bambola incinta può diventare a piacere un orinatoio o un vomitatoio, la si può prendere a calci nel pancione, trascinare per i capelli, eventualmente strangolare, e così via, a piacere. Poi verrà disinfettata e consegnata al malato successivo”
Due osservazioni su questa frase: Se fosse vero che tutti usassero le bambole in questo modo, verrebbero danneggiate in pochissimo tempo rendendole inutilizzabili, e la casa di appuntamenti fallirebbe in poco tempo.
Secondo. Trovo questa frase il fulcro delle demonizzazione degli istinti maschili. Si assume che le fantasie sessuali di queste persone siano tutti violente. Dove è scritto che il massimo piacere nel far sesso con una donna incinta sia strangolarla e prenderle a calci il pancione?
Altro passaggio interessante è questo: Si tratta però di una resa senza condizioni di fronte a una sessualità maschile che si esprime come predatoria, perversa e violenta “per natura”, e che chiede un oggetto da usare in un femminicidio simbolico e non un soggetto con cui entrare in relazione. Più oggetto è e meglio è.
Forse alla giornalista è sfuggito che nella casa d’appuntamenti è presente una real doll maschile? Quindi come si traduce questo cara giornalista? Anche la sessualità femminile è predatoria? O Solo l’uomo è cacciatore e la donna libertina cerca semplicemente di imitare il maschio?
In Italia ci sono problemi di violenza sulle donne e si cercano colpevoli ovunque. Mi sembra di essere tornato a dieci anni fa, quando si diceva che i videogiochi e i cartoni animati giapponesi rendessero violenti e partivano campagne di genitori preoccupati per i loro bambini. Quando si urla di continuo “Al lupo , al lupo” poi le persone diventano sorde alle vere richieste di aiuto.
I sex toys esitono da secoli, cosa vi da fastidio ora, l’estrema vicinanza con la realtà? Qual’è la differenza tra la masturbazione con la mano e la masturbazione con una bambola ?

Credo che siano sullo stesso piano quelli che danno della “Troia” ad una ragazza in minigonna e chi dà del violento a qualcuno che fa sesso con una bambola. Tutti vittime di questa cultura che demonizza ogni comportamento sessuale. Vi lamentate del burqa e poi strumentalizzate i problemi per il vostro tornaconto. Volete una realtà fondata sulla vostra morale e attaccate i diversi un pò come un razzista attacca un migrante.
Non sono razzista ma = non sono moralista ma.

 

By Kirby

Annunci

7 risposte a “Sex Dolls e Demagogia

  1. Caro Kirby, sono contenta di aver trovato tra i commenti all’articolo della Terragni il tuo blog ed il tuo pensiero, che rispecchia molto il mio in merito alla questione. Un solo appunto/commento: nella casa delle bambole le bambole maschio sono solo 2, le clienti donne da quel che dicono nel video apparso su repubblica i gestori sono state molto meno curiose. Questo forse è dovuto unicamente al retaggio culturale per cui la masturbazione femminile resta un tabù, ma è evidente a tutti noi anche sulle strade che la prostituzione maschile di basso livello non ha ancora preso piede nè pare abbia mercato per le organizzaioni criminali (forse davvero perchè un uomo non è necessario costringerlo a fare sesso?), mentre certamente sono stati da tempo sdoganati gli “accompagnatori” o gigolò per sole donne. Ripeto certamente è un retaggio culturale, io personalmente non ho assolutamente nulla contro i bordelli con le bambole gonfiabili, sarei persino a favore delle case chiuse e ho scoperto dalla rubrica di Dan Savage su Internazionale che negli USA esistono persino operatori del sesso anche in campo psicoterapeutico, che aiutano ad esempio le persone che hanno subito traumi od abusi a ritrovare la propria dimensione. Spero quindi che i bordelli con le bambole abbiano successo e che riaprano le case chiuse in modo da contrastare la prostituzione illegale e le organizzazioni criminali e mafiose che si arricchiscono con lo sfruttamento del mestiere più antico del mondo. Con l’occasione propongo a te ed tutti i visitatori maschi del tuo post una visita al sito noino.org perché grazie al cielo esistono uomini che pensano che la violenza sulle donne non sia solo un poblema delle donne. Misteriosamente tua, signorina x

    • grazie a te per avermi letto. Mi mancavano gli operatori sessuali per chi avesse subito abusi, ero rimasto a quelli specializzati per persone disabili. Non mancherò di passare sul tuo sito noino.org

      Saluti

  2. Salve.
    Il potere delle DD sugli UU è fondato sul sesso e sulla maternità.
    E’ ovvio che la minaccia della perdita di quel potere mandi le DD fuori di testa. Incomincia infatti ora a mancar loro la terra sotto i piedi.
    Le rudimentali bambole di gomma di TO si evolveranno in perfette amanti sintetiche e per l’utero artificiale è solo questione di tempo.
    Dopodiché le due fonti del potere femminile saranno rinsecchite.
    .
    Di qui l’ira delle DD.
    .
    Torino non è altro che il simbolo di una lenta progressiva separazione tra i sessi. Separazione dalla quale, paradossalmente, dovrebbero però trarre vantaggio soprattutto le DD, finalmente lasciate libere dal loro nemico. Ciò secondo la narrazione femminista.
    .
    Sarebbe bello se il mondo fosse diverso da quel che è. Invece è quel che è.
    Rino Della Vecchia – Belluno

    • Caro Rino. DD e UU Sarebbero donne e uomini? Comunque sono daccordo su questa sua visione in merito alle donne che si sentono minacciate per la perdita di potere. Io non si può pensare al gioco dei sessi come un mero rapporto di potere, Le sez-dolls sono riferibili alla prostituzione. Anche se fossero esistessero dei Cyber-robot per il sesso. il rapporto con un essero umano è un altra cosa, Per la soddisfazione di un persona oltre alla sfera sessuale deve esserci tutto un altro mondo fatto di complicità e passione.
      Sicuramente esistono donne che usano il proprio corpo per ottenre vantaggi, come sicuramente esistono uomini che usono il proprio potere per ottenere vantaggi sessuali ma se fossero tutti così, la nostra società sarebbe scoppiata da un pezzo

  3. Complimenti per l’articolo anche se certi commenti riportati purtroppo fanno rabbrividire. Per quale motivo poi associare i femminicidi al sesso ? Inoltre non nascondiamo la testa sotto la sabbia, a moltissime donne piace la “violenza” nel sesso, che sia subita o praticata. Pare che quando realmente si debba fare qualcosa in favore di noi donne non si muova nulla, ma al tempo stesso per qualsiasi stronzata ci buttano dentro sempre un po’ di prediche sul maschilismo e sano moralismo.🤦‍♀️

    • Grazie per i complimenti Purtroppo alcune persone come la giornalista in questione sono monotematiche scelgono una “strada da percorrere” e fanno di tutto per tirare acqua al proprio mulino non capendo che così perdono di credibilità.

  4. Considerazioni ragionevoli, cortese Dvk.
    Io però mettevo l’accento su un aspetto particolare dell’attuale rapporto tra DD e UU emerso chiaramente dall’apertura di erotic-center con DD di plastica (e prontamente chiuso con ridicoli pretesti). Bambole da sesso (artigianali) sono in vendita da decenni, ma case di quel tipo vengono aperte da poco (la prima a Parigi poco tempo fa).
    .
    Mi riferivo alla reazione veemente di parecchie femministe (come la Terragni, appunto) che hanno letteralmente perso la testa di fronte al fenomeno. Perché? Perché lo sentono come una minaccia grave al potere femminile sugli UU.
    Il fatto però indica anche qualcosa di diverso.
    Se gli UU giungono a preferire la plastica molle alla carne viva, vuol dire che tra UU e DD si sta aprendo una crepa che potrebbe diventare una voragine. Il fatto è che l’avvicinamento alla D appare a molti ormai come un sentiero minato. Ed è davvero una pista minata.
    .
    Complimenti per il nome del blog. Ottima scelta.
    Saluti.
    Rino DV – BL

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...